Lezione 10 – Studio One 3 Prime – Scorciatoie da Tastiera e Salvataggio Automatico

0
2232

Scorciatoie da tastiera e salvataggio automatico

Inizio questo ultimo articolo ringraziando gli amici di ZioMusic.it. Ancora una volta hanno dimostrato una collaborazione impeccabile, grande professionalità e disponibilità.

Abbiamo già, almeno in parte, trattato questo argomento. Per completezza di informazione vi ricordo che, come in molti altri software, anche in Studio One 3 è possibile verificare e cambiare secondo le vostre esigenze tutte le scorciatoie da tastiera già impostate di default (sia in ambiente Mac che Windows).
Andate nella finestra Preferenze, scegliete la voce Generale e quindi selezionate “ Scorciatoie da tastiera”.

Nella stessa finestra potrete inoltre, tra le molte funzioni a disposizione, impostare un salvataggio automatico e fare altre utili scelte. Trovate questa e altre opzioni all’interno della voce “Posizioni cartelle”.

Anche la finestra Preferenze è stata già in parte analizzata in passato all’interno di alcuni nostri articoli. Tuttavia consiglio di spendere ancora qualche minuto al suo interno e analizzare con cura ogni sua voce (ne troverete di decisamente utili e a volte inaspettate).

CREARE UN MODELLO

Impostata una song, un progetto con tracce, con processori di dinamica nell’insert dei canali, con tracce MIDI, con VSTe con tutto ciò che potrà servire al vostro brano, potrete salvare quanto fatto in un file progetto (un modello da riutilizzare per tutti i brani simili o uguali a quello appena creato). Non solo un risparmio di tempo ma soprattutto la garanzia di non commettere errori di impostazione per i successivi brani. Per fare questo basterà, appena pronto il modello, andare nel menu File e selezionare “Salva come modello”: decidete ora il nome e la collocazione all’interno del vostro computer e confermate la scelta.

MIXER – ELEMENTI VISUALIZZABILI

Richiamate il mixer. Osservate ora in basso a sinistra. Troverete una serie di pulsanti attivabili (una volta attivi si illumineranno di blu). Accendeteli tutti (compreso il Cestino, gli Ingressi e le Uscite); vedrete come Studio One 3 sarà in grado di fornirvi in tempo reale (durante la registrazione o il playback) ogni informazione in modo estremamente chiaro e veloce. Tutto a portata di un click.

VELOCITY – MODULATION – PITCH BEND – AFTER TOUCH

Ogni traccia MIDI contiene, per ciascuna nota inserita, tutte queste informazioni. Questi parametri sono visualizzabili e ovviamente modificabili facilmente.


Fate doppio clic con il tasto sinistro del mouse sulla traccia MIDI appena registrata. Osservate ora il piano roll (quella parte di finestra che riporta tutte le note da voi inserite sotto forma di istogrammi più o meno lunghi a seconda della durata del vostro suono): troverete quattro sotto finestre richiamabili attraverso le rispettive quattro linguette. Agite su di esse e fate, attraverso lo strumento disegno, tutti i controlli e le modifiche necessarie alla vostra performance. Chiudete quindi l’editor MIDI cliccando sulla ‘X’ in altro a destra della finestra.

PRE-CONTEGGIO

Attivatelo quando volete delle pulsazioni a vuoto prima che la registrazione abbia inizio (dopo aver premuto il pulsante Rec). Per usufruire di questa facile funzione cliccate sul piccolo pallino situato sopra la parola metronomo (nella barra del playback).

TRACCIA TEMPO

Agire sul tempo in BPM di una song con Studio One 3 è assolutamente facile e intuitivo. Aprite la traccia tempo (cliccando sull’icona orologio in alto a sinistra nella finestra progetto).
Vedrete disegnato il tempo attuale del vostro brano. Tagliate la traccia e agite con il mouse alzando e abbassando il tempo nei punti desiderati, tutte le volte che lo riterrete necessario.

Per qualsiasi informazione o richiesta contattatemi scrivendo a: edu@studiooneitalia.net
Ecco infine il sito ufficiale di Studio One Italia: studiooneitalia.net

Alla prossima avventura!
Buona musica con Studio One 3
Beppe Bornaghi – Studio One 3 Specialist

SHARE
Articolo precedenteGianni Bini: House Of Glass e Ocean Trax Records – Struttura Certificata Studio One
Articolo successivoJeffrey Jey (Eiffel 65) e i corsi certificati Studio One di Presonus in Sicilia
Beppe Bornaghi
Compositore, pianista, arrangiatore e docente di tecnologie musicali. Gli inizi della sua carriera lo vedono impegnato anche come tastierista per diversi gruppi musicali, direttore di coro gospel, docente di musica nella scuola secondaria di Primo Grado. Docente di tecnologie musicali presso il Conservatorio “G. Donizetti” di Bergamo, presso il CPM Music Institute di Milano e presso l’IITM di Roma. Docente di pianoforte presso la TPA Music di Bariano. Responsabile Nazionale di Midimusic Educational e di Finale Italia tiene corsi e masterclass di tecnologie musicali per allievi e docenti nelle più importanti scuole musicali di tutto il territorio nazionale tra le quali SAE (Milano), CTRL Room (Napoli), St. Louis Music Academy (Roma), Facoltà di Musicologia (Cremona), Conservatorio “N. Rota” di Monopoli, Conservatorio “L. Marenzio” di Brescia. Come compositore vede all’attivo l’incisione di 6 album strumentali, un album come cantautore e tre singoli. La sua musica è distribuita digitalmente in tutti gli store mondiali. Ascoltata in 32 paesi riscuote particolare successo in Belgio, Germania, Cuba, Thailandia, Svezia, Svizzera (ai primi posti di i tunes classica) , Inghilterra (dove viene intervistato da London One Radio) e Italia (dove entra nei primi posti in classifica tra gli album di musica classica più ascoltati). Gli spartiti dei suoi brani sono pubblicati da Setticlavio Edizioni. Dimostratore nazionale di pianoforti digitali Dexibell. Scrittore di libri di tecnologia musicale. Dal 2018 è socio onorario della scuola Dante Alighieri dell’Avana (Cuba). Dal 2019 Docente di Tecnologia Musicale presso Musiclab Studio di Torino. Dal 2019 inizia la collaborazione con Gerli Music Management.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome