Presonus e la nascita del network Music Education Italia

0
522

Dario Roscani docente Certificato Studio One Pro – Music Education Italia

Un saluto e ben trovati sul network di Studio One Italia.
Mi chiamo Dario, sono un musicista, un produttore ed oltre alle produzioni mi occupo anche di informatica musicale. In questo articolo accenneremo in sintesi la storia del marchio Presonus. Una panoramica di questo importante brand infatti aiuterà a comprendere meglio la filosofia che ha accompagnato la nascita e lo sviluppo della daw Studio One, verso cui poniamo grande attenzione ed interesse.

Presonus è un’azienda multimediale statunitense, situata in Louisiana e fondata nel 1995 da due giovani musicisti ed ingegneri americani: Jim Odom e Brian Smith. Comprendere il modus operandi di questi due signori significa comprendere la mission che hanno impresso alla loro azienda. Per farlo nel modo migliore, occorre dare uno sguardo al contesto geografico e culturale in cui cresce ed opera Presonus stessa.

Jim Odom

Jim e Brian sono nati e cresciuti a Baton Rouge, importante cittadina della Louisiana, seconda solo alla più famosa New Orleans. Nella loro città natale hanno respirato la storia e le tradizioni della comunità “Cajun” (di discendenza acadiana), proprie di questa particolare regione della Louisiana. La cultura Cajun trae origine dalla parte francofona del Canada: una cultura ricca di tradizioni musicali, popolari, culinarie e manifestazioni artistiche di ogni genere. Oltre a questo va aggiunto che proprio la vicinanza geografica alla stessa New Orleans, capitale mondiale del blues, del jazz, del r’n’b e molto altro, ha notevolmente influenzato la crescita e la maturità di questi due straordinari ingegneri. I due vivono e studiano appunto a Baton Rouge, dove pure si incontrano, fondando proprio Presonus.

L’azienda nasce con l’obiettivo precipuo di coadiuvare tecnicamente e qualitativamente le attività musicali ed ingegneristiche dei due fondatori. Il marchio Presonus affonda dunque le sue radici nelle applicazioni musicali, immerso, come ampiamente documentato dalla sua produttività, tra le reali esigenze di chi fa musica.
Il motto aziendale recita infatti: “Music is our life. Presonus is our day job” – “La musica è la nostra vita e Presonus è il nostro impegno quotidiano”.

Jim Odom in studio

Tra la fine degli anni ’90 ed i primi anni 2000 lo sviluppo di hardware dedicati al segmento pro audio, come preamplificatori, convertitori, mixer, outboard e schede audio fa crescere Presonus molto rapidamente; crescita che presto sfocia nella necessità di acquisire nuovi brand per sostenere ulteriore know-how, di cui l’azienda è fagocita. Di qui la partnership nata nel 2006 con la KristalLabs di Amburgo. Partnership che ha dato vita a Presonus Software LTD, la stessa che nel corso degli ultimi anni si è dedicata proprio allo sviluppo di software multi piattaforma come Studio One e Capture. Il momento della partnership con KristalLabs risulta essere particolarmente importante e fruttuoso per la crescita aziendale di Presonus, poiché unisce il know-how statunitense di Jim e Brian con quello tedesco, a marchio Steinberg, di Wolfgang Kundrus.

Ingegnere informatico e pioniere sin dalle prime release della nota piattaforma Cubase, nonché autore principale di Nuendo (attualmente ancora punta di diamante della casa tedesca), Wolfgang lascia la software house Steinberg per dedicarsi all’implementazione di un nuovo protocollo di comunicazione digitale, conosciuto come VST3 ed ideato proprio in Steinberg come follow up del suo già allora noto standard VST – Virtual Studio Technology.

Così nel 2006 Wolfgang Krundus diviene Managing Director di Presonus, dando vita alla prima versione ufficiale di Studio One. Contemporaneamente riesce ad implementare il protocollo VST3, che rappresenta oggi una

Wolfgang Kundrus

tecnologia imprescindibile sia per Studio One, sia per molte altre DAW (digital audio Workstation) che operano nel segmento professionale. Non a caso, attraverso la tecnologia VST3 queste potenti piattaforme audio oggi estendono le loro funzionalità di programmazione con plugin e strumenti virtuali di assoluto pregio ed utilità. Successivamente alla fusione con KristalLabs avviene l’acquisizione ed il lancio di Nimbit: piattaforma digitale per la promozione online di contenuti multimediali. Infine nel 2013 un’ulteriore acquisizione suggella l’anello dell’ecosistema Presonus: con l’integrazione di Notion infatti, l’azienda si aggiudica uno dei più efficaci software di trascrizione e notazione musicale in commercio. In questo modo la diversificazione del main brand Presonus è completa: hardware per le produzioni multimediali, sistemi PA per concerti e performance live, software professionale per la registrazione e la notazione musicale. Il gioco è fatto!

Conseguentemente a tutto questo oggi Presonus è ovviamente sinonimo di alta formazione. In effetti, da sempre vicini alla loro cittadinanza ed alle necessità del loro territorio, Jim Odom e Brian Smith, recentemente, hanno realizzato e donato un laboratorio musicale ed uno studio di registrazione professionale agli studenti della High School di Baton Rouge.

Per il resto del mondo la loro ricerca si è tradotta nel programma di “Presonus Music Education“, che mette a disposizione degli utenti Presonus una community ed un learning center vero e proprio, supportati e coadiuvati da rinomati esperti e tutor di settore.

Oggi Presonus continua la sua attività innovativa nello sviluppo di strumentazione audio professionale. Gli ingegneri di questa affermata azienda affinano quotidianamente le loro ricerche per migliorare costantemente l’integrazione tra hardware e software, proprio allo scopo di rendere l’esperienza musicale più ergonomica ed efficace possibile.

Questa in sintesi è la storia di Presonus e conseguentemente la filosofia che anima il programma del nostro nuovo network Studio One Italia: far conoscere il più possibile le innumerevoli potenzialità del software Studio One (ma non solo!) e diffondere al meglio il know-how che lega la professionalità di un marchio internazionale come Presonus alla serietà di un’azienda made in Italy come Midi Music. Abbiamo motivo di credere che questo nuovo canale, nato successivamente alla traduzione italiana dello stesso Studio One, possa presto divenire punto di riferimento per quanti nel nostro Paese adottino quotidianamente questa incredibile piattaforma, per le loro produzioni audio e per esprimere la loro creatività.

Grazie e arrivederci al prossimo appuntamento.
Dario Roscani per Midi Music e Presonus Music Education Italia

Tutti i marchi ed i loghi riportati ed espressi sono proprietà esclusiva dei legittimi proprietari Fonti: https://www.presonus.com/about/history, https://www.presonus.com/about

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome