Studio da 850€ = salire di qualità senza doversi vendere un rene…

0
468

Studio da 850€ = salire di qualità senza doversi vendere un rene…

Sulla falsariga del primo articolo (link) passiamo a vedere come possiamo aumentare la versatilità e la qualità ma sempre facendo conto sui nostri risparmi e senza dover chiedere prestiti in giro. Di nuovo si tratta di un insieme armonizzato e organico, ossia non spendiamo 600€ per il microfono e lasciamo solo 250€ per monitor, tastiera MIDI e scheda audio, ma cerchiamo di avere tutti i componenti dello stesso livello perché sappiamo perfettamente che in una catena audio la qualità è determinata dal componente di minore qualità, quindi è inutile sbilanciarsi per l’acquisto di un dispositivo e perdere di qualità altrove.

Scheda Audio Presonus Studio 2/6

Come scheda audio abbiamo scelto la nuova Presonus Studio 2|6 (link) che pur restando sotto i 200€ ci offre una serie di option interessanti per fare il passo di qualità, innanzitutto per la possibilità di salire a 192kHz (consigliamo sempre di provare a registrare e riprodurre con frequenze alte e poi ascoltare cosa accade con la maggiore definizione della risposta temporale). Questa scheda è dotata di due ingressi Combo anteriori, con i pregiati preamplificatori PreSonus XMAX-L, e relativi controlli di volume oltre i livelli per cuffia e monitor in regia. Nel pannello anteriore le quattro scale LED con gli utili indicatori per i livelli degli ingressi e delle uscite, sono circondate dagli interruttori per alimentazione phantom 48V, Monitor, Line e il selettore A/B, ideali per scegliere l’ascolto in cuffia durante la sovrincisione. Il pannello posteriore comprende le connessioni USB 2.0, I/O MIDI e quattro uscite linea, oltre quella per la cuffia, ovviamente la confezione comprende anche il Software Studio One 3 Artist.

Rode NT1-A con accessori di serie

Stavolta come microfono a condensatore a capsula larga proponiamo l’affermato RØDE NT1-A che non ha certo bisogno di presentazione o di altre parole (link)

Master Keyboard Nektar Impact LX61

Come tastiera ora ci spingiamo a 61 tasti con la Nektar Impact 61 LX61 (link) che in realtà funge anche da controller perché dotata anche di tasti per il controllo del trasporto per la DAW, semplificando non poco il lavoro del tastierista che registra da solo.

Casse Monitor Presonus Eris 5

Infine come monitor abbiamo scelto i Presonus Eris 5 (link) che grazie al al tweeter da 1” e al woofer da 5,25” fornisce una SPL MAX di ben 102dB e una risposta ottimale sui bassi per la maggior parte delle utilizzazioni ma con minori problemi di posizionamento rispetto a monitor più grandi. Interessante la soluzione per la quale potreste usare contemporaneamente questi monitor sia per la registrazione (tramite connessione jack 6,35mm – 1/4” – bilanciata) che per l’ascolto di altri segnali tramite la connessione RCA sbilanciata.

Ovviamente dobbiamo lasciare pochi di € per l’acquisto di buoni cavi necessari per la connessione fra la scheda audio e i monitor.

Anche stavolta basteranno pochi minuti per collegare il tutto e cominciare a produrre la vostra musica originale, a fare arrangiamenti dei vostri brani preferiti, o cominciare a muovere i primi passi nel mondo della fonia…

Potete acquistare tutti gli articoli di questa recensione presso i rivenditori MidiMusic in tutto il territorio Italiano, cliccando qui

Rode NT1a                   € 189
Presonus Studio 2/6      € 196
Impakt LX 61                € 165
Presonus Eris 5             € 284 (coppia)
————————————
Tot.                             € 834 così siamo sotto gli 850 euro

Tutti i prezzi sono iva inclusa

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome